"Abolizione del Green pass", tornano le proteste in piazza ma il governo non cede

Rated: , 0 Comments
Total hits: 15
Posted on: 10/23/21

Scaricati 105 milioni di Green pass - Costa ha spiegato che i dati registrati confermano che la strada intrapresa dal governo è quella giusta. Inoltre "più di 105 milioni di Green pass sono stati scaricati: ciò sta a significare che i cittadini hanno preso consapevolezza dell'importanza anche di questo strumento per proseguire questo percorso", ha detto, aggiungendo che "ha prevalso la maggioranza silenziosa del nostro Paese che, mentre la politica discuteva sull'utilità del Green pass, nel frattempo vi ha aderito". 

 

Manifestazioni in tutta Italia In piazza sono comunque scese migliaia di persone, 8mila a Milano e 5mila a Torino, centinaia a Roma, Vicenza, NapoliTrento e in altre decine di città, tra slogan e insulti contro il premier Draghi e il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, definiti buffoni e cartelli nei quali i "vaccini genici" sono paragonati a bestemmie e il pass equivale alla schiavitù.

 

L'attore Montesano a Roma A guidare uno dei due sit in al Circo Massimo a Roma c'era l'attore Enrico Montesano. "Vaccinati o non vaccinati siamo tutti uguali, basta con queste divisioni", ha detto indicando la strada da percorrere per il futuro: "Creare una forza nuova che ci rappresenti". L'attore è poi tornato sullo sgombero dei portuali a Trieste: "Sono state usate maniere troppo forti, ma la responsabilità è di chi impartisce gli ordini".

 

A Trieste incontro tra il  Coordinamento 15 ottobre e Patuanelli A Trieste, epicentro della protesta degli ultimi giorni, è andato invece in scena l"incontro tra il  Coordinamento 15 ottobre, il movimento contro il Green pass guidato dall'ex leader dei portuali Stefano Puzzer, e il ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli.  La delegazione ha annunciato che le "manifestazioni di piazza sia a Trieste sia in tutta Italia proseguiranno, pacificamente, fino a quando il governo non accoglierà le richieste avanzate. Il ministro si è impegnato ad aprire un canale diretto con il Coordinamento". 

 

 

Patuanelli: "Riferirò in Cdm" - Da parte sua, il ministro delle Politiche agricole Patuanelli ha definito "cordiale" l'incontro "in cui Puzzer, in qualità di portavoce del Coordinamento 15 ottobre, ha avanzato tre richieste specifiche. Come rappresentante del governo ho preso l'impegno di riferire dell'incontro in Consiglio dei ministri. 

 

No alla violenza - "Abbiamo tutti convenuto - ha aggiunto Patuanelli - sull'importanza di mantenere ogni tipo di manifestazione distante da ogni tipo di violenza". Al ministro, come confermato da Costa, sono state rivolte due proposte: ritiro del Green pass sui posti di lavoro e dell'obbligo vaccinale per le categorie previste per legge. Due aspetti sui quali però, come già spiegato dal sottosegretario alla Salute, è improbabile che il governo possa cambiare idea. 

 

Le richieste della piazza - Nel corso dell'incontro con il ministro Patuanelli, inoltre, "abbiamo chiesto fermamente che i nostri diritti, la nostra libertà di scelta e la Costituzione italiana non siano solo scritti ma che vengano rispettati alla lettera. Nella Costituzione c'è scritto che se manifesto pacificamente ho tutto il diritto di farlo ogni giorno e per qualsiasi questione che vale per una mia libertà di scelta", ha  spiegato Puzzer. "Abbiamo chiesto fermamente che in tutte le piazze italiane non avvenga mai più quello che è successo lunedì, non avvengano più assalti e che finalmente si rispettino le persone; le scelte devono prenderle loro secondo la Costituzione non continuare ad inventare leggi che non esistono", ha poi concluso.

 



>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?