Covid, il Cdm approva il nuovo decreto e proroga l'emergenza al 30 aprile | Spostamenti tra Regioni vietati fino al 5 marzo

Rated: , 0 Comments
Total hits: 16
Posted on: 01/13/21

Da domenica nuove fasce per le Regioni - Entreranno in vigore da domenica 17 gennaio le ordinanze di Speranza che assegneranno le fasce alle varie Regioni, con relative restrizioni. Sabato 16 il nuovo Dpcm manterrà le principali misure dell'attuale provvedimento, prevedendo però criteri che abbasseranno le soglie per l'inserimento delle Regioni in zona arancione o rossa. L'ipotesi prevalente è che per sabato 16 resterà valida l'attuale colorazione suddivisa nelle diverse fasce.

 

 

Sci, rischio che salti l'intera stagione - "Il rischio che salti l'intera stagione è più che mai reale. purtroppo". Lo dice Valeria Ghezzi, presidente dell'Anef, Associazione nazionale che riunisce i gestori funiviari. "E questa è una vera tragedia perché per noi c'è anche il dopo. La nostra ripartenza sarà solo il prossimo Natale. Si tratta di una debalce senza precedenti, non solo per noi ma per tutti i lavoratori".

 

 

Il Tar Lombardia accoglie il ricorso contro l'ordinanza scuole - Il Tar della Lombardia "accoglie la nostra richiesta, respinge l'ordinanza, le scuole possono riaprire": ad annunciarlo è un portavoce del comitato 'A scuola!' annunciando che il tribunale lombardo ha accolto il loro ricorso contro l'ordinanza regionale dell'8 gennaio che aveva disposto la Dad al 100% per tutte le scuole secondarie fino al 25 gennaio. "Le scuole possono riaprire - spiega il portavoce - anche se ovviamente non già domani perché è troppo tardi per organizzarsi".

 

Nuovo picco di morti in Gran Bretagna: oltre 1.500 in 24 ore - Contagi stabilizzati, ma nuovo picco giornaliero di morti da Covid nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, alle prese con la cosiddetta variante inglese dell'infezione. I nuovi decessi censiti sono stati 1.564, contro i 1.243 di ieri; mentre i casi sono sono stati 47.525.

 

Oms: "La variante inglese presente in 50 Paesi" - La variante inglese del Covid, segnalata dalle autorità britanniche all'Organizzazione mondiale della sanità il 14 dicembre, è stata rintracciato finora in 50 Paesi. Lo precisa la stessa Oms aggiungendo che la variante sudafricana, segnalata il 18 dicembre, è stata confermata in venti Paesi. L'agenzia Onu ha riferito anche di una nuova variante individuata dalle autorità giapponesi in persone rientrate dal brasile, su cui sono in corso approfondimenti. Le varianti inglese e sudafricana sono risultate più tramissibili ma non più pericolose. Tuttavia, ha sottolineato l'Oms, "più il virus si diffonde, più opportunità ci sono che cambi", per cui "dovremmo aspettarci che emergano più varianti". 



>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?